INDICE DEI PRODOTTI
Barre Mayer



é possibile scaricare dati più completi come file pdf nella sezione documentazione
















Precisione costante e affidabile

Le barre dosatrici o BARRE MAYER sono utilizzate dall'industria cartaria e del converting per il controllo accurato degli spessori del materiale di patinatura o applicazione.

Le barre dosatrici svolgono la funzione di racla o lama e rimuovono l'eccesso di materiale di apporto dal substrato, lasciando un film ad elevata continuità e con una bagnatura uniforme.

Le barre possono essere di tipo liscio, a filo avvolto (Mayer) o incise, con una finitura di indurimento superficiale in cromo per migliorarne le caratteristiche di durata e facilitarne la pulizia.


Elevato rapporto qualità/prezzo

In confronto ad altri sistemi più costosi, più vulnerabili meccanicamente e meno flessibili, la barra dosatrice presenta tre vantaggi principali: Per prima cosa, questa soluzione richiede un limitato investimento di capitale per l'apparecchiatura. L'apparecchiatura stessa richiede una manutenzione molto semplice e poco costosa. In secondo luogo, il deprezzamento ridotto limita il rischio di perdite. Infine, una soluzione a barra dosatrice consente di rispondere più facilmente e più rapidamente agli eventuali cambiamenti repentini e imprevisti delle condizioni di mercato.


Applicazioni diversificate

L'utilizzo di una barra dosatrice rappresenta una soluzione estremamente efficace per l'applicazione di materiali di apporto a base di solvente, hot melt o acquosi su di una vasta gamma di substrati, quali cartone, carta, film, pellicola metallica e molti prodotti tessili.


Vasta gamma di spessori di applicazione

Un ampio stock di materiali, filo metallico e anime mandrini, consente alla nostra azienda di produrre barre e rulli per qualsiasi spessore di applicazione e livelli di finitura particolarmente elevati.

Test di laboratorio e di produzione

Longfield è in grado di fornire barre speciali per laboratorio, in pezzi unici o in set, per l'utilizzo su apparecchiature di prova pre-produzione portatili o a bordo macchina. Siamo in grado di fornire anche barre di produzione individuali di qualsiasi diametro e di qualsiasi lunghezza per l'esecuzione di lavorazioni di prova.

Di seguito si forniscono maggiori dettagli sulla gamma di barre di spalmatura e patinatura Longfield, insieme ai corrispondenti dati tecnici.







































Barre piane (lisciatrici)

LPB
Barra a tavola piana, senza spirale. Consente di ottenere i minori spessori di applicazione e può essere fornita in qualsiasi diametro e in qualsiasi lunghezza secondo le esigenze del cliente.

Barre Mayer a spirale avvolta

Longfield produce tre tipi di barre Mayer per l'uso su macchine per banda stretta:

LSB
Barra a singolo avvolgimento per l'utilizzo normale.



LCB
Barra a doppio avvolgimento per i casi in cui si desideri una superficie più liscia e lucida con medi spessori di applicazione.



LTB
Barra a triplo avvolgimento per spessori di applicazione elevati, nei casi in cui sia essenziale una finitura di qualità particolarmente elevata.
















Barre incise

Denominate anche barre a profilo elicoidale, le barre incise sono fabbricate usando maschi speciali per intagliare con la massima precisione un profilo elicoidale specifico su di una barra di diametro predeterminato. Le barre incise sono generalmente più robuste delle barre Mayer e rappresentano la soluzione preferita per la lavorazione in cartiera, dove vengono utilizzate per applicare il materiale di incollaggio alla carta.

Gli spessori di applicazione finali sono generalmente meno variabili di quelli richiesti dall'industria del Converting, ma esistono vari diametri di barra e profili di incisione, ormai standardizzati da fabbricanti di macchine quali Beloit, Jagenberg e Valmet I tre tipi più comunemente utilizzati sono illustrati di seguito.

Le barre incise possono essere fornite in qualsiasi lunghezza, fino a un massimo di 10 m, e nella maggior parte dei profili.


Materiali di massima qualità

Salvo se altrimenti specificato, tutte le barre sono prodotte in acciaio inossidabile di alta qualità. Per i mandrini Mayer e incisi viene utilizzato rispettivamente acciaio AISI 416 (WN 1.4005) e AISI304 (WN 1.4301), mentre il filo è in acciaio AISI 316 (WN 1.4401).


Dimensionamento delle barre di applicazione*

Il diametro dell'anima di una barra di applicazione Mayer è compreso generalmente fra 4 mm e 50 mm.

Le barre di maggiore diametro hanno generalmente una maggiore vita utile e possono essere utilizzate senza supporti, grazie alla loro maggiore resistenza alla flessione. Sono tuttavia più costose e il loro peso superiore ne rende più difficile la movimentazione.

Le barre di minore diametro possono essere movimentate più facilmente e raggiungono la temperatura ottimale di funzionamento più rapidamente, dopo il cambio. Grazie al costo relativamente inferiore, rappresentano la scelta più frequente e, con certi tipi di mescole, possono produrre finiture di qualità superiore.


Estremità di accoppiamento

Esistono sei tipi principali di accoppiamento con il sistema di azionamento, illustrati nella seguente figura. Su richiesta, possono essere forniti accoppiamenti di altri tipi per applicazioni più specializzate.


Cromatura e indurimento superficiale

Per applicazioni particolari – ad esempio film molto lucido a bassa durezza superficiale – è spesso preferibile utilizzare filo nudo non cromato. Tuttavia, uno strato di cromo duro a 82 HR o 950-1100 HV, applicato in maniera appropriata e uniforme, può contribuire a proteggere il filo da danni accidentali, facilitarne la pulizia dopo l'uso e aumentarne la vita utile anche del 300%.

Essenzialmente, l'integrità del diametro del filo e il deposito bagnato risultante sono mantenuti controllando accuratamente lo spessore radiale dello strato di cromo.


Supporti

Sono disponibili vari tipi di supporto per barre, in vari materiali, da leghe di rame (CU) e acciaio dolce (MS) a poliuretani e PTFE.

In confronto ai supporti per barre convenzionali in poliuretano, il polietilene (PE) lavorato presenta una minore resistenza agli urti, ma non è assorbente, resiste a temperature di lavoro superiori, consente un avvio più graduale e offre una durata fino a tre volte superiore, grazie a un coefficiente di attrito significativamente minore. Possono inoltre essere fabbricati a un costo minore.






Il PTFE è resistente a una più ampia gamma di solventi, ma è più caro e di lavorazione più difficoltosa.

In termini di configurazione del supporto, una semplice sezione a "V" è spesso sufficiente e consente un cambiamento relativamente rapido della barra. I supporti sagomati adattabili facilitano la pulizia ma richiedono in genere l'estrazione e l'inserimento della barra dal fianco macchina. Molti tipi di supporto utilizzano sistemi di lavaggio a solvente o ad acqua per garantire la bagnatura della barra. Questa soluzione consente anche di rimuovere particelle o fibre rimaste intrappolate sulla barra e previene l'essiccamento del materiale di applicazione durante brevi fermi macchina. La seguente figura illustra alcuni dei disegni più comuni.

scarica maggiore documentazione
come file word .doc

come file .pdf